PROSTATA

paolo broggini paolo broggini Quest’organo maschile è responsabile del processo eiaculatorio. Verso i 30-40 anni però può essere interessato da infezioni batteriche che generano al Paziente una sintomatologia di irritazione delle basse vie urinarie chiamata prostatite.

Dai 50 anni in poi, la prostata può andare incontro ad un processo di iperplasia micro e macronodulare legata a una anomalia dei recettori degli estrogeni con suo aumento di volume e sintomi quali disturbo minzionale, flusso urinario lento, frequente e urgente a volte urgenza più fenomeni di incontinenza.

Il check up urologico effettuabile presso il centro urologico prevede la visita con la palpazione ghiandolare, l’ecografia alla prostata con sonda endorettale di ultima generazione (180°) con identificazione del peso della ghiandola, la flussometria ossia la rilevazione con strumentazione wireless del modo abituale di mingere di quel Paziente con integrazione del calcolo ecografico dell’eventuale urina non emessa. Durante tali accertamenti , nel caso di sospetto tumore prostatico, si possono predisporre delle biopsie della prostata con eventuale integrazione di immagini da risonanza magnetica nucleare della ghiandola, con una elevatissima precisione diagnostica . Il tutto in anestesia locale e ovviamente in regime ambulatoriale. Il tutto ovviamente effettuabile mediante cassa malati.