IMPOTENZA

paolo broggini paolo broggini Il problema dell’impotenza (chiamata disfunzione erettile) colpisce circa il 12% degli uomini dai 20 ai 70 anni, ma nelle fasce d’età media (50 anni) il problema si stratifica al 40% degli uomini. Un singolo episodio di disfunzione erettile viene vissuto spesso come un lutto per la psicologia maschile, come una grossolana incapacità fisica, un vero fallimento. Cio’ genera sempre un calo dell’autostima di quell’uomo, spesso seguito da atteggiamenti di evitazione dai successivi rapporti , intesi come un banco di prova, con un ansia “da prestazione”. A tutte le eta’, spesso nei giovani, tale situazione viene sottovalutata dal punto di vista medico, preferendo direttamente la pillola miracolosa . Sovente l’impotenza nasce però da un difetto organico, da una malattia nascosta, basti pensare ad uno squilibrio ormonale come ipotiroidismo, diabete, andropausa, prolattinoma. Spesso da utilizzo di farmaci convenzionali per l’ipertensione, o per l’ansia o anche dal consumo abituale di cannabis. Si impone a tutte le eta’ una visita dall’Andrologo che esamina dettagliatamente l’anamnesi del Paziente, effettua gli esami vascolari del pene come l’ecocolordoppler penieno dinamico, ossia un test ecografico sotto erezione farmacologica di integrita’ delle arterie e delle vene del pene. Lo studio Broggini ha in dotazione un sonografo di ultima generazione Esaote My Lab color-power doppler dedicato allo studio vascolare dell’erezione maschile.